13 Luglio 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Coronavirus, superati i 100 mila contagi in Italia.

30-03-2020 18:57 - News Generiche
Stando a quanto dichiarato dal commissario Angelo Borrelli durante la conferenza stampa della Protezione civile di lunedì 30 marzo, sono complessivamente 75.520 le persone positive al Covid-19. Rispetto al bollettino precedente si sono verificati 1.648 nuovi casi. Il numero complessivo dei contagiati, comprese le vittime e i guariti, ha superato quota 100 mila.

Le vittime di Covid-19 sono arrivate a 11.591. I guariti sono 14.620 (+1.590 rispetto a domenica, mai così tanti in 24 ore) mentre rimangono 3.981 malati in terapia intensiva. Sono ricoverate 27.795 persone con sintomi, 43.752 sono in isolamento domiciliare fiduciario. I tamponi complessivi sono 477.359, dei quali oltre 261 mila in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

Continuano a verificarsi decessi tra i medici impegnati in prima linea nella lotta contro il coronavirus. Secondo quanto riferito dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), sono 13 i medici deceduti nelle ultime 48 ore, portando il totale a 63. Secondo gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità sono 8.358 gli operatori sanitari contagiati.

Crescono anche le denunce. “Ognuno di noi deve rispettare le indicazioni delle autorità – ha detto il capo della Protezione civile, ripreso dall’Ansa -, dobbiamo seguire l’indicazione di rimanere a casa e uscire solo per lo stretto indispensabile, perché solo rispettando queste misure riusciremo a sconfiggere il virus prima possibile. Solo domenica ci sono state oltre 6 mila denunce: è un comportamento che non va tenuto bisogna evitare il contagio di altri persone”.

“Certamente ci sarà un prolungamento” delle misure ma la decisione sulla durata “è una scelta che spetta al decisore politico”, al presidente del Consiglio e al Consiglio dei Ministri. Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, al fianco di Angelo Borrelli. “Stiamo vedendo dei risultati – ha proseguito – e questi risultati non li avremmo ottenuti senza le misure di contenimento. E questa è una ragione per continuare a fare questi sacrifici”.

“Stiamo andando nella direzione giusta – ha aggiunto Locatelli – e non dobbiamo minimamente cambiare strategia. Non sarà un processo di ritorno alla normalità dal niente al tutto, sarà graduale, ma l’obiettivo è riuscire a contenere la situazione adesso, prevenire ulteriori focolai epidemici, specie come quelli visti (al Nord, ndr) e ripristinare il più possibile un normale stile di vita”.

Coronavirus: quanti e dove sono i contagi in Italia
Dai dati della Protezione civile emerge che sono 25.006 i malati in Lombardia (-386 rispetto a ieri), 10.766 in Emilia–Romagna (+231) 7.564 in Veneto (+313), 7.655 in Piemonte (+387), 3.251 nelle Marche (+91), 4.050 in Toscana (+264), 2.383 in Liguria (+104), 2.497 nel Lazio (+135), 1.739 in Campania (+183), 1.109 in Friuli Venezia Giulia (-32), 1.357 in Trentino (+64), 1.098 in provincia di Bolzano (+64), 1.585 in Puglia (+153), 1.408 in Sicilia (+78), 1.169 in Abruzzo (+0), 834 in Umbria (-63), 518 in Valle d’Aosta (-21), 622 in Sardegna (+40), 602 in Calabria (+25), 107 in Molise (+7), 208 in Basilicata (+11


Fonte: Gov

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account